Pagine

lunedì 15 luglio 2013

TORTA ROCHER


Torta rocher
Pasta savoia
4 uova
100 gr di zucchero
150 gr farina
Un pizzico di sale
Bagna: LATTE

.Per la crema:
  • 400 gr. di nutella
  • 500 gr di mascarpone
  • 500 gr di panna
  • 2 pacchetto di wafers sbriciolato
  • 80 gr di burro
  • 200 gr. di nocciole sbriciolate
Fare pasta savoia

Montare le uova con lo zucchero e il sale per 10 minuti.
Aggiungere piano la farina per non smontare
Stendere uno strato di pasta savoia su carta forno e mettere in forno caldo a 190° gradi per 10 minuti

Crema   rocher
Mescolare la  nutella con il mascarpone, montare la  panna e aggiungerne metà alla crema di nutella, mettere in frigo.
Tritare le nocciole e i wafer.
Ad una confezione di  wafer tritati  aggiungere il burro fuso e fare una base di diametro 22 centimetri.

Composizione della torta.
Tagliare n.3 dischi  di diametro di 22 centimetri  circa di pasta savoia e bagnarli con il latte.
Mettere sul primo strato di pasta savoia la crema di nutella e una manciata di granelle di nocciola e wafer tritati  .
Raggiungere un secondo strato e mettere la panna semplice e mettere la base di wafer, aggiungere panna semplice.
Mettere la seconda base di pasta savoia e mettere la crema di nutella, la granella di nocciola e i wafer tritati.
Completare con una base di pasta savoia.
Ricoprire con la crema di nutella e granella di nocciole.




potrebbe interessarti




























cups-cake-al lampone






Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazie!!!




2 commenti:

  1. Risposte
    1. The paste or biscuit Savoy Savoy takes its name from the original region of Savoy, the dough is very crumbly consistency light and spongy. You can also make cookies called Savoiardi whose shape is a flattened cylinder with rounded edges, reminiscent of a thick finger and for this reason they are called in English lady fingers.
      Their origin is traced to the late fifteenth century, when they were created at the court of the Dukes of Savoy in tribute to a visit of the king of France.

      Elimina

LinkWhitin

x